Autorizzazione attività lavorativa

Regime delle incompatibilità con le attività lavorative (dal XIX Ciclo)

Agli artt. 8 (“Borse di studio”) e 15 (“Diritti e doveri dei dottorandi”) del Regolamento di Ateneo si è precisato che il regime delle incompatibilità con attività lavorative si applica in maniera diversa, da un lato, per gli studenti iscritti ai corsi di dottorato che usufruiscono della borsa di studio e, dall’altro, per quelli che non ne usufruiscono.

Le nuove norme regolamentari prevedono infatti che:

  • i dottorandi con borsa di studio non possono svolgere attività lavorative, salvo quelle espressamente previste dai commi 11 e 13 dell’art. 15 del Regolamento di Ateneo: le attività di didattica integrativa, di supporto alla didattica e di ricerca, anche retribuite, purché ritenute dal Collegio dei docenti del corso di dottorato come parte integrante del progetto formativo del dottorando e pertanto da esso autorizzate;
  • i dottorandi senza borsa di studio, oltre alle attività previste dai suddetti commi 11 e 13 dell’art. 15, possono svolgere altre attività lavorative retribuite laddove il Collegio dei docenti del corso, verificatane la compatibilità con lo svolgimento delle attività formative, conceda apposita autorizzazione.

il dottorando con borsa:

  • non può svolgere lavoro subordinato o autonomo, né continuare a svolgerlo nel caso in cui l’attività lavorativa sia stata intrapresa già prima dell’iscrizione al corso;
  • può assumere incarichi (anche retribuiti) per svolgere didattica integrativa o di supporto alla didattica, se il Collegio li considera come parte integrante del progetto formativo e concede apposita autorizzazione;
  • può svolgere attività (anche retribuita) di ricerca, se il Collegio la considera come parte integrante del progetto formativo (se ciò è consentito dalle regole dell’eventuale bando/progetto/etc. cui quell’attività fa riferimento) e concede apposita autorizzazione;

il dottorando senza borsa:

  • può svolgere (o continuare a svolgere) lavoro subordinato o autonomo, se il Collegio ne verifica la compatibilità con lo svolgimento delle attività formative previste dal corso e concede apposita autorizzazione;
  • può assumere incarichi (anche retribuiti) per svolgere didattica integrativa o supporto alla didattica, se il Collegio li considera parte integrante del progetto formativo e concede apposita autorizzazione;
  • può svolgere attività (anche retribuita) di ricerca, se il Collegio la considera parte integrante del progetto formativo (se ciò è consentito dalle regole dell’eventuale bando/progetto/etc. cui quell’attività fa riferimento) e concede apposita autorizzazione.

 

Questa è una linea guida per la domanda di autorizzazione a svolgere attività lavorativa per i dottorandi con borsa:

  • Dati personali: Nome, Cognome, Ciclo di appartenenza
  • Tutor: Nome, Cognome
  • Tipologia del contratto con l’Ateneo/Ente di ricerca
  • Inizio e durata dell’incarico
  • Progetto di ricerca di Ateneo sul quale si svolgerà l’attività lavorativa (se esiste)
  • Attività di ricerca svolta durante l’attività lavorativa e come questa si integra nel progetto formativo

 

Questa è una linea guida per la domanda di autorizzazione a svolgere attività lavorativa per i dottorandi senza borsa:

  • Dati personali: Nome, Cognome, Ciclo di appartenenza
  • Tutor: Nome, Cognome
  • Ente o azienda con la quale asi intende avere il rapporto lavorativo
  • Tipologia del contratto
  • Inizio e durata dell’incarico
  • Progetto di ricerca in azienda sul quale si svolgerà l’attività lavorativa (se esiste)
  • Attività di ricerca svolta durante l’attività lavorativa e come questa si integra nel progetto formativo